01.
Biologico

02.
Garanzia Certificata

03.
Salvaguardia Territoriale

04.
Ecosostenibilità

Perché Biologico?

Alla fine degli anni Novanta Cristiana entra definitivamente nell’azienda di famiglia, affiancando il padre Siro.
In lei cresce sempre più la consapevolezza che non si può parlare della qualità della vita senza pensare all’ambiente ed alle scelte imprenditoriali che sull’ambiente influiscono.
Questo suo percorso interiore porta alla decisione di CONVERTIRE INTERAMENTE L’AZIENDA AL METODO DI COLTIVAZIONE BIOLOGICA.

Image module
Image module

Garanzia Certificata?

Per Cristiana non si tratta di seguire una moda od una tendenza di mercato in continua crescita, ma di garantire ai consumatori che il suo prodotto viene realizzato rispettando l’ambiente e favorendo la naturale biodiversità, escludendo l’utilizzo di prodotti di sintesi chimica (concimi, diserbanti, insetticidi) e degli organismi geneticamente modificati.
La garanzia è assicurata dalla certificazione del rispetto dei regolamenti comunitari e delle leggi nazionali in materia di agricoltura biologica. BIOS (BIOS srl – Marostica – VI – Italy), organismo di controllo esterno autorizzato dal Mipaaf, certifica il rispetto delle regole da parte dell’azienda con controlli continui in tutta la filiera.

Cos è la Viticoltura Biologica?

Coltivare la vite con metodo biologico significa seguire i regolamenti comunitari in materia di agricoltura biologica, principalmente il reg. 2092/91.
Non vengono utilizzati nella difesa prodotti di sintesi chimica, ma solo prodotti di origine organica. Per prevenire gli attacchi fungini di oidio si utilizza lo zolfo e per prevenire la peronospora si utilizza il rame. Ad ogni somministrazione, il rame si accumula facilmente nel suolo.
La sua presenza nel terreno crea problemi di tossicità per le piante, riduce notevolmente l’attività biologica del suolo (dunque l’apporto naturale di elementi minerali al terreno) ed è particolarmente dannoso nei confronti dei lombrichi (miglioratori di struttura). E’ tossico anche per gli Insetti utili (coccinellidi, imenotteri tranne le api, crisope). Per tali ragioni la normativa vigente ne limita l’utilizzo a 6 kg/ettaro all’anno.
In azienda però si stanno facendo numerose prove per ridurre i quantitativi di rame ben sotto i limiti di legge e quindi si stanno adoperando BATTERI ANTAGONISTI ALLA PERONOSPORA e si stanno testando anche altri prodotti alternativi di origine naturale a base di agrumi, che oltre ad avere un’azione fungina e batteriostatica sono degli ottimi antiossidanti ed hanno azione rinvigorente sull’apparato fogliare.
La difesa contro gli insetti dannosi viene fatta con il piretro e con il bacillus thuringiensis

Image module
Image module

Quali sono i Principi Fondamentali?

I principali obbiettivi dell’Agricoltura Biologica cosi come sono stati definiti dall’International Federation of Organic Agricolture (IFOAM) sono:

  • La trasformazione delle aziende agricole in un sistema agricolo autosufficiente attingendo alle risorse locali (agricoltura ecosostenibile), quindi ad esempio la concimazione con pratiche di sovescio o letamazione dei terreni
  • Salvaguardare la fertilità naturale dei terreni
  • Evitare ogni forma di inquinamento determinato dalle tecniche agricole
  • Produrre elementi di elevata qualità nutritiva in quantità sufficiente